sabato 12 settembre 2020

Emiliano Bruzzone - Lo Scherzatore

 


intervista di Michele Gavazza

Abbiamo intervistato il talentuoso illustratore, vignettista e caricaturista piemontese  Emiliano Bruzzone. Emiliano, ci ha raccontato l’origine della sua passione per il disegno e le vignette






HM: Com'è nata la tua passione per le caricature?



EB: Avevo all'incirca 9 anni e mi fu regalata una raccolta di vignette satiriche di Giorgio Forattini,

assecondando la mia preesistente passione per il disegno. A posteriori trovo che fosse un regalo

strano e curioso da destinare a un bambino delle elementari, ma senza quel input probabilmente

non avrei deciso di approfondire quella che alla fine è diventata una grossa fetta del mio lavoro.

Ho passato un anno intero a ricopiare con la velina una serie infinita di vignette e caricature

dal libro di Forattini (negli anni ho collezionato tutti i suoi libri) fino a diventare pressoché

autonomo, anche se pur sempre autodidatta.

Si può dire che abbia imparato prima a disegnare caricature e poi a disegnare tutto il resto,

con l'aiuto degli studi artistici degli anni successivi.




HM: Da cosa trai ispirazione per una vignetta?

EB: Dipende da quello che voglio comunicare. Per esprimere un'opinione di attualità o politica

è indispensabile essere ben informati su quello che sta capitando nel mondo o intorno a te,

con l'aiuto di giornali o internet. In altri casi, per vignette più "disimpegnate", esprimo pensieri

o idee personali riguardo alla società.

L'aspetto complicato è essere chiari ma anche divertenti, non semplicemente bacchettoni

o moralisti, altrimenti non si riuscirebbe ad attirare l'attenzione nel modo giusto. Se lo spettatore

si immedesima nella situazione, si diverte e riesce anche a riflettere, la vignetta è stata efficace.




HM: Hai dei vignettisti o disegnatori che sono per te un modello?

EB: Tra i vignettisti, Giorgio Forattini è sicuramente stato la più grande ispirazione dei primi anni,

con il tempo mi sono interessato ad autori diversi, anche più particolari dal punto di vista grafico.

Seguo anche Altan, apprezzo molto il suo tratto grottesco e i suoi testi dissacranti e cinici.

Poi mi piace tantissimo Marilena Nardi, ma anche Makkox, Lido Contemori, Beppe Mora,

Pietro Vanessi e ce ne sarebbero ancora tantissimi.

Riguardo ai disegnatori, ci sono in tutto il mondo caricaturisti di altissimo livello che producono

delle vere e proprie opere d'arte. Posso citare Ernesto Priego, Anthony Geoffroy, Pete Emslie,

Jan Op De Beeck, Tom Richmond.....e in italia Riccardo Mazzoli, Achille Superbi, Benny Nicolini 

e il defunto Franco Bruna, tanto per nominarne alcuni che seguo regolarmente.

Più in generale, seguo anche molti fumettisti e cartoonist tra cui Leo Ortolani, Stephen Silver, 

DanieleCaluri, Graham Annable (autore di Grickle), E. C. Segar (autore di Popeye) e mi nutro 

perennemente di cartoni animati (quelli vecchi, che non mi stancheranno mai).





Nessun commento:

Posta un commento

Erika Lerma - Illustratrice Ist.Erikah

  Testo di Michele Gavazza, Illustrazioni Erika Lerma In occasione dell’uscita di: “ Buongiorno Wuhan ” di Sara Platto, abbiamo intervistato...