martedì 14 maggio 2024

Ivana Gloria - Clorofilla



Foto, video e intervista: © Elisa Pozzoli 2024

Ivana Gloria, nome d’arte di Valentina Branchetti, ossolana ma trapiantata a Roma, è alla sua prima prova da regista con “Clorofilla”. Un film drammatico-fantasy, sulla difficoltà di crescere e sbocciare. L’anteprima si è tenuta a Roma, ma Valentina lo ha presentato anche al Cinema Corso di Domodossola; tra il pubblico, tanti volti a lei famigliari: «È surreale ed emozionante, scoprire che sono venuti a vederlo tanti amici, i vicini di casa, persino i miei insegnanti delle elementari». Classe 1989, è stata aiuto regia di Floria Sigismondi, visionaria film maker italo canadese che ha firmato videoclip di grandi artisti come David Bowie e Marilyn Manson. Floria e Ivana hanno lavorato insieme anche a un progetto per Gucci: «Da Floria ho imparato tantissimo» riconosce Ivana.  Dopo aver realizzato spot per importanti brand come Kartell, Woolrich, Diadora e collaborato al video di Ligabue “Made in Italy”, ha debuttato come regista: «In “Clorofilla”, affronto il tema dell’ambiente ma anche dell’identità. Girato in quattro settimane in Sardegna, racconta di una ragazza, Maia, che scopre la propria natura grazie al richiamo che sente verso la natura stessa». Tra gli interpreti vi sono Sara Short e Michele Ragno. Renato Venturiello, docente di filosofia e storia e  anima del cineforum ossolano, ha introdotto il film. «I due protagonisti sembrano nati nel ruolo che rivestono – spiega –. La fotografia e i colori sono bellissimi. C’è stata una grande abilità della regista nel realizzare un lungometraggio di questo livello, pur in economia, con budget limitato». “Clorofilla” sarà proiettato a Milano il 24 maggio al cinema Ariosto e il 30 maggio al Giardino Sonoro di San Sperate in provincia di Cagliari, dove è stata girata anche una scena. «Se ci sono sale che lo vogliono proiettare contattatemi su instagram: ivana.gloria».







giovedì 11 aprile 2024

Christine Wiederkehr - 7 Fois





 Foto © Christine Wiederkehr 
intervista di Michele Gavazza 

Christine Wiederkehr, regista svizzera, ha ricevuto un prestigioso riconoscimento al Festival del Film di Dublino. Il suo film:"7 Fois" è stato premiato come Miglior Film Internazionale. Si tratta di un'opera coraggiosa  che affronta il delicato tema degli abusi sui minori. Nel film, la regista esplora il difficile percorso che un bambino deve affrontare per chiedere aiuto e farsi ascoltare quando è vittima di abusi sessuali. Il titolo "7 Fois" si riferisce ai numerosi tentativi che un bambino deve compiere per essere alla fine creduto e assistito. Christine Wiederkehr è una regista svizzera nata nel 1978 a Biel. Ha studiato presso la Hochschule für Gestaltung und Kunst a Zurigo (HGKZ) dal 2001 al 2005. Il suo cortometraggio di laurea, “Floh!”, è stato presentato in vari festival cinematografici e trasmesso in televisione svizzera e su 3sat. Ha ricevuto riconoscimenti, tra cui il il First Steps Award e il Prix Kodak per il miglior cortometraggio svizzero nel 2005. Abbiamo intervistato la regista:

HM: il tuo ultimo cortometraggio  ha vinto un premio al festival di Dublino, cosa hai pensato quando l'hai saputo?

CW: Sono stata sicuramente molto contenta, perché si tratta di un film con una forte valenza sociale. Un premio del genere lo aiuterà ad ottenere maggiore visibilità. Il film potrà così raggiungere un maggior numero di spettatori e il premio aiuterà anche la Ouat Media, il distributore di Toronto, a venderlo meglio a livello internazionale.

HM: Possiamo dire che è un film che parla  anche di crescita e di formazione?

CW: Soprattutto è un film che parla del fatto che gli adulti non credono ai ragazzini, la cosa a cui tengo di più è stata la scelta degli attori. Il film parla soprattutto della apparente normalità del predatore sessuale. L'attore che ho scelto, che recita la parte del professore del bambino, volevo che fosse una persona simpatica che sembrasse una persona che vive in mezzo a noi, non volevo che fosse subito riconoscibile con me un mostro, ringrazio Antonin Schoepfer, perché ha accettato di interpretare il predatore sessuale del film, di sicuro non è stato facile per lui e ed è stato sicuramente molto bravo. Sono stata davvero felice quando Luna Wedler ha accettato il ruolo. È una grande attrice, molto conosciuta in Germania e nella Svizzera tedesca. Spero che grazie a lei molte persone si interesseranno al film.

HM: Quali sono i tuoi prossimi progetti?

CW: I miei prossimi progetti sono molteplici, soprattutto si parla di una serie anglo-francese per Netflix in coproduzione con la RTS; poi mi sto dando da fare scrivendo altri soggetti, anche una serie per SRF e due progetti cinematografici a cui sto lavorando da tempo. 

HM: Cosa rende una storia interessante per farne un film? 

CW: Questa è una domanda molto difficile, ci sono molti aspetti che devono interagire. Prima di tutto, deve essere una storia che mi tocchi profondamente e poi è importante pensare a come rendere giustizia ai protagonisti.










mercoledì 20 marzo 2024

Giulia Bonora - "Assonanze" Galleria Ghiggini 1822

 

Foto, video e intervista: © Michele Gavazza 2024


Intervista alla scultrice e ceramista Giulia Bonora, in occasione della mostra bipersonale "Assonanze", presso la Galleria Ghiggini 1822 di Varese.

 Giulia Bonora nasce a Varese nel 1998, si laurea all’Accademia di Belle Arti a Milano. Per lei è stato fondamentale frequentare la realtà delle Fornaci IBIS a Cunardo per approcciarsi al mondo della ceramica, in tutte le sue sfaccettature.









martedì 12 marzo 2024

Debora Fella - "Assonanze" Galleria Ghiggini 1822

 


Foto, Video e intervista: © Michele Gavazza 2024


Intervista alla pittrice Debora Fella, in occasione della mostra bipersonale "Assonanze", presso la Galleria Ghiggini 1822 di Varese.

Il lavoro di Debora Fella si articola su un continuo dialogo tra l’esterno e l’interno dove l’immagine pittorica assume una forma visibile e allo stesso tempo indefinibile completamente.

Debora Fella nasce a Milano nel 1990. Frequenta il Liceo Artistico Boccioni di Milano e in seguito l’Accademia di Belle Arti di Brera dove ottiene il diploma in Pittura.











domenica 31 dicembre 2023

Tony Washington Gospel Singers -Varzo (VB)

Photo, video and interview: © Michele Gavazza 2023


Great concert in Varzo, in the Ossola Alps. The Tony Washington Gospel Singers Group stopped at the Teatro dell'Alveare in Varzo for the last stage of its Italian tour, involving the audience in an engaging show.











giovedì 21 dicembre 2023

Greta Gandini - L'Immedesima Specie

 

Foto, video e intervista: © Michele Gavazza 2023


La fotografa Milanese Greta Gandini ha presentato, alla galleria Still Fotografia di Milano. 19 immagini del suo progetto: "L'Immedesima Specie" nell'ambito della mostra: "Lampi di Irrealtà". La mostra rimarrà visitabile fino al 2 Febbraio 2024.




Silvia Alessi - The Cut

 


foto, video e intervista : © Michele Gavazza 2023


Alla galleria Still Fotografia di Milano, in occasione della Mostra: "Lampi di Irrealtà" Silvia Alessi presenta il suo nuovo progetto: "The Cut". La mostra sarà visitabile fino al 2 Febbraio 2024. La fotografa bergamasca, insieme al fidato collaboratore Roberto Tomelleri,  ha illustrato al numeroso pubblico presente,  il suo nuovo progetto fotografico che ha come filo conduttore i capelli.










Ivana Gloria - Clorofilla

Foto, video e intervista: © Elisa Pozzoli 2024 Ivana Gloria, nome d’arte di Valentina Branchetti, ossolana ma trapiantata a Roma, è alla sua...