domenica 30 giugno 2019

David Paquette - Jazz Ascona 2019


Intervista al pianista americano David Paquette. Dopo il suo concerto giornaliero nell'ambito di Jazz Ascona 2019, David ha risposto ad alcune domande, raccontandoci dei suoi esordi:







mercoledì 26 giugno 2019

Martin Lechner - Jazz Ascona 2019




Intervista al crooner svizzero Martin Lechner in occasione della sua partecipazione all'edizione 2019 di Jazz Ascona. Martin ha presentato ad Ascona il suo personale omaggio a Nat King Cole. Ecco come ha risposto Martin alle nostre 3 domande:

www.martinlechner.net

sabato 22 giugno 2019

Lluis Coloma - JazzAscona 2019



Intervista all'eclettico pianista catalano Lluis Coloma, nato a Barcelona nel 1973 è uno dei pianisti blues contemporanei più attivi e conosciuti della scena europea, soprattutto per la commistione di Blues e Boogie Woogie. Ecco cosa ci ha raccontato:




Al Copley - JazzAscona 2019



Due scatti al grande pianista blues Al Copley poco prima della sua esibizione al RSI Corner sul lungolago di Ascona, in occasione di Jazz Ascona 2019. Al Copley al secolo Alman LeGrande Copley è nato a Buffalo (NY) nel 1952.

giovedì 20 giugno 2019

Anti-Flag - Open Air Al Lagh 2019

Ecco una galleria fotografica della performance degli statunitensi Anti-Flag all'edizione 2019 dell'Open Air al Lagh di Locarno. La band fondata nel 1988 in Pennsylvania è composta attualmente da: Justin Sane (chitarra, voce), Chris Head (chitarra) Chris Barker (basso, voce) Pat Thetic (batteria), quest'ultimo membro fondatore della band.

















sabato 15 giugno 2019

Davide Van De Sfroos - Open Air al Lagh 2019




Durante l'edizione 2019 di Open Air al Lagh che si è tenuta al Lido di Locarno l'8 e il 9 giugno scorsi abbiamo avuto la possibilità di intervistare Davide Van De Sfroos che ha risposto alle consuete tre domande, ecco cosa ci ha raccontato:









martedì 11 giugno 2019

La Mia Contrada - Foto e testo di Andrea Fuso





LA MIA CONTRADA


Spiegare la Contrada il giorno del Palio sarebbe come spiegare una favola, semplicemente non puoi.
La puoi al massimo raccontare, perché se una fiaba la spieghi la fai morire.
Bisogna lasciare lo spazio alla fantasia
Sono nato a Legnano, figlio di genitori che in questa città ci sono arrivati ospiti e ne  hanno osservano i movimenti dal lato degli spettatori, come per non voler disturbare nessuno.
Che Legnano sia una città che di medioevale ha solo il desiderio di esserlo pare evidente a tutti.
Ma quando arriva Maggio devi avere un poco di fantasia e puoi immaginarti un altro maggio lontano, un maggio del 1176 quando i comuni della Lega Lombarda, che non conoscevano ne Umberto Bossi ne Matteo Salvini, si sono uniti e hanno sconfitto Barbarossa l’invasore, che non arrivava ne dal sud ne dal mare ma dal Nord.
Così il nome di questo paese di provincia che ha pretese di città, grazie a Goffredo Mameli e Michele Novaro, si è ritrovato citato, insieme a Roma, nell’ inno nazionale.
Quando tutto ti grida addosso che maggio è arrivato, diventa tutto vero, preparazione, organizzazione, cavalieri e armi, scudi, cotte di maglia, spade, gioielli , dame e i loro vestiti e poi il carroccio con sopra la croce in giro per la città fino al campo, e poi i cavalli e la corsa e il cuore che ti fa chiaramente sentire che non vuole assolutamente stare tranquillo.
Attendere e poi attendere, ancora prima di sfilare e sfilando fieri dei propri colori.
Dal Palio ti devi lasciar prendere, una cosa che t’insegna la Contrada  è  che la Contrada non è una proprietà, non può appartenere a nessuno, solo a te la decisione di quanto appartenergli.
I colori ti scivolano dentro maggio dopo maggio, e se vinci un Palio abbracci la croce e gridi e tutto turbina e ci credi davvero.
Di quella domenica vuoi ricordare tutto il bello e conservarlo e la dove si tengono le fotografie più care, nella scatola dei biscotti.
Non ti preoccupare se non capisci, continua pure pensare : “E’ solo Palio”. Andrea Fuso





















sabato 8 giugno 2019

Elio Carmi - il mestiere di comunicare





Siamo andati a trovare Elio Carmi a casa sua, a Milano presso l'Agenzia Carmi e Ubertis, abbiamo parlato di diversi argomenti e ha risposto alle consuete tre domande. Ecco cosa ci ha raccontato:




lunedì 3 giugno 2019

Open Air al Lagh 5° Anno - Comunicato stampa



Torna per il quinto anno consecutivo l’Open air al Lagh
 Dopo il successo ottenuto lo scorso anno che ha visto la partecipazione di oltre quattro mila spettatori, provenienti da tutta la Svizzera e dall’estero, torna l’Open air al Lagh per il quinto anno consecutivo, con la partecipazione di artisti emergenti e di band affermate a livello nazionale e internazionale, che si alterneranno tra l’8 e il 9 giugno a Locarno sulle rive del Lago Maggiore.
 Tra i nomi provenienti da tutta Europa si contano gli svedesi Not fun at all, i tedeschi New Roses, Davide Van des Froos e FDP dall’Italia, gli svizzeri Crystalball, i Vad Vuc e la giovane band Doomsteps dal Ticino, mentre da oltre oceano la band americana Punk Rock Anti-Flag.  Tutti con la promessa di far ballare il caloroso pubblico che da sempre segue quest’evento.

Due serate che spazieranno tra Metal, Rock, Punk e Folk, rese possibili grazie ad un’associazione non profit nata dalla passione di quattro amici per la musica e la loro regione. Open air al Lagh ha portato sul palco nelle scorse edizioni artisti come Modena City Ramblers, The Real McKenzies e lo scorso anno la famosa band Punk Rock californiana Bad Religion, raggiungendo in soli quattro anni numeri di presenze importanti a livello artistico per il panorama musicale ticinese con oltre 2000 spettatori per serata. 

A Completare la ricca offerta musicale, dalle 17:30 alle 2:00 del mattino (apertura cancelli alle 16:45), saranno presenti diverse postazioni bar passando da cocktails bar a wine bar e una ricca griglia con prodotti locali, che accompagneranno il pubblico durante le due serate nella splendida Location dell’Open air al Lagh. I biglietti sono disponibili in prevendita su biglietteria.ch – ticketcorner.ch e sul sito openairallagh.ch 





domenica 2 giugno 2019

Pascal Murer - Giardino Segreto


Arminio Sciolli intervista Pascal Murer in occasione della Notte Bianca 2019 a Locarno. Il Maestro ci mostra il suo giardino segreto e il suo studio e parla con Arminio di ispirazioni passate e nuovi progetti.

sabato 1 giugno 2019

Pinhdar - data zero



Data zero per i Pinhdar a Milano presso l'Ohibò (Circolo Arci). Ottimo esordio per Cecilia e Max con il nuovo progetto Pinhdar, dopo anni dall'ultimo concerto con i No More Dolls e gli impegni nell'organizzazione di A Night Like This  Festival.Il nuovo Ep omonimo ci porta in un viaggio alla scoperta di sonorità dal rock all'elettronica. Dunque buona la prima in attesa di altre date per ascoltarli dal vivo.





Beatrice Campisi - Cambiamento

 Intenso ed elegante esce oggi il nuovo singolo della cantautrice siciliana, Beatrice Campisi. "Cambiamento". Abbiamo chiesto a Be...